Big Data e Small Fashion: quando la moda usa i dati per innovare il proprio business


Obiettivi: Comprendere come i dati a disposizione possono aiutare i nostri clienti a scegliere che cosa mettersi secondo l’esigenza del momento e guidarci nella creazione di nuove offerte.
A chi è rivolto: Creative, Sales Directors, Marketing Directors.
Cosa faremo:
Engage & Inspiration: Nella prima fase esploriamo casi in cui l’uso del big data e del predictive analytics, nel mondo della moda, sta facendo la differenza, sia a livello d’impatto nel business, sia per migliorare la customer experience.
Reflect: Riflessione guidata su come potrebbe essere applicati, nella propria azienda i casi presentati.
Activate & Co-Design: Nella seconda fase disegneremo insieme attraverso design thinking una soluzione per migliorare la customer experience, attraverso i dati.
Condivisione: Infine, consolidiamo gli approcci metodologici per sfruttare i dati a servizio della industria della moda. Informazione di Contesto: In un mondo connesso e digitale, un accesso senza precedenti a una quantità enorme di informazioni e di dati ha trasformato il modo in cui le aziende di moda e di abbigliamento fanno business. Le aziende che non stanno utilizzando la tecnologia per migliorare i processi, ottimizzare le operazioni e generare le analisi e reporting necessari per gestire un business basato sui dati rischiano di rimanere indietro. In questo ambito la predictive analytics consente di individuare correlazioni, trend, pattern di comportamento, nella mole di dati aziendali che aiutano nel processo di decisione. Ma l’evoluzione nell’evoluzione nel mondo della moda sta nel riuscire a predire i trend di ogni singola persona attraverso un set di informazioni personali e di contesto. Trovare qualcosa da indossare in maniera sartoriale e giusta per te non è facile. Può essere costoso o farci perdere un sacco di tempo. E se ci fosse qualcuno che “indovinasse” alla perfezione i nostri gusti, stile, umore, contesto, per offrici l’abito o l’accessorio perfetto? Il mondo della moda sta passando da un sistema in cui il suo principale focus era anticipare le tendenze per creare la moda a risolvere un problema concreto e quotidiano: aiutare alla persona a decidere come vestirsi in tempo reale. Se tratta di portare i gusti, le emozioni e la personalità del cliente nel processo di design attraverso il Big Data.